ARTEMURO® ha realizzato un affresco digitale raffigurante una foto d’epoca di eccezionale importanza storica: una lezione di clinica chirurgica tenuta dal prof. Tusini nella grande aula dell’ospedale militare a San Giorgio di Nogaro durante la prima guerra mondiale.
L’affresco, di grandi dimensioni, ricopre l’intera parete d’ingresso della mostra sul Centenario dell’Università Castrense allestita nella stupenda cornice di Villa Dora a San Giorgio di Nogaro (UD). L’evento, la cui inaugurazione si è tenuta sabato 13 febbraio, è inserito nel ciclo di manifestazioni della ricorrenza del centenario della Grande Guerra, e propone ai suoi visitatori un percorso emozionale riccamente documentato su uno dei momenti più difficili della nostra storia.
Villa Dora ( San Giorgio di Nogaro – UD )

 LA STORIA

Un freddo pomeriggio del 13 febbraio, prendeva ufficialmente avvio l’esperienza eccezionale dei corsi acceleraati di Medicina e Chirurgia castrensi per 366 studenti-soldato di tutta Italia, che la guerra aveva forzatamente distolto dai rispettivi percorsi universitari, giunti ormai al 5° e 6° anno di corso e quindi quasi alla soglia della laurea.
La cerimonia ebbe luogo nell’elegante teatrino di San Giorgio adorno di bandiere tricolori, alla presenza del Duca e della Duchessa d’Aosta, di molti generali e di altri ufficiali superiori, di parecchi professori universitari in divisa, di ufficiali del regio esercito, d’una grande quantità di medici della Sanità Militare e della Croce Rossa.
Il generale Stefano Lombardi, intendente della Terza Armata, dimostrò la necessità di questi studi e dei vantaggi che si speravano di ricavarne nell’interesse degli studenti e dell’esercito insieme. Disse che l’istituzione di questa Università a pochi chilometri dal fronte era una prova di forza della Nazione, e segnava qui, sul limitare del vecchio confine, il primo passo verso una meta che è nel desiderio di tutti e che dovrà un giorno accogliere quell’Università che è stata per tanti anni un pio desiderio delle popolazioni irredente.
Fonte: Il Giornale d’Italia – 16.02.191
I corsi accelerati di medicina e chirurgia ebbero sede per il primo anno ( febbraio-maggio 1916) a San Giorgio di Nogaro nell’autonoma e irrituale forma di Scuola medica da campo, per poi trasformarsi nel secondo anno ( novembre 1916- marzo 1917 ) in sezione staccata dell’Università Castrense di Padova, la quale potè così riaffermare la propria leadership di università-madre.

LA MOSTRA

In questi anni, grazie all’impegno di alcuni ricercatori locali e della Biblioteca Villa Dora, sono stati recuperati materiali iconografici e documentali che hanno permesso di ricostruire il filo narrativo della vicenda.
La mostra fotografico-documentaria Una storia nella Grande Guerra: la Scuola medica da campo – Università Castrense di San Giorgio di Nogaro, è stata allestita a cura della Biblioteca Comunale Villa Dora. L’inaugurazione dell’evento ( 12-14 febbraio 2016 ) è stata accompagnata anche da una serie di concerti, documenti audiovisivi, performance teatrali e dibattiti storici e scientifici.
ARTEMURO® AL SERVIZIO DELLA CULTURA
 
ARTEMURO® è una tecnica che apre infinite possibilità scenografiche all’interno di musei, mostre ed eventi culturali assicurando brevi tempi di realizzazione delle opere e una loro perfetta esecuzione.
Il visitatore rimane piacevolmente sorpreso dalla rappresentazione scenica dell’affresco in grado di fondere il contenuto didattico con un coinvolgimento emozionale.
Con ARTEMURO® è possibile ricreare in poco tempo diorami di ambienti naturali, scenografie, timeline, riferimenti didascalici e allestimenti espositivi di vario tipo.
Questa tecnica è insostituibile nella salvaguardia di antichi tesori artistici danneggiati dal tempo e dall’incuria, e soggetti a lunghi periodi di restauro, permettendo al visitatore di ammirare una copia fedele dell’originale.
La realizzazione dell’affresco sull’intera parete all’interno di Villa Dora, ha richiesto l’affiancamento di più strisce di polimero, ed è stato ultimato trattando la superficie con una vernice trasparente opaca anti UV alla sabbia di quarzo. Oltre all’affresco fotografico sono state riportate direttamente sul muro anche alcune citazioni di Camillo Zadra e Paolo Rumiz. L’intervento è durato un giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *